Gli oneri esterni consolidati

I costi esterni consolidati dal Gruppo Acea nel 2009 ammontano a 2,106 miliardi di euro, il 7,2% in meno rispetto ai 2,268 miliardi del 2008.
Tale variazione è riconducibile principalmente alla riduzione dei costi di acquisto di energia, gas e combustibili (-174,7 milioni di euro rispetto allo scorso anno) - correlata ai volumi e all’andamento dei prezzi - che hanno la maggiore incidenza sul totale degli oneri esterni (il 77,4% nel 2009). Entro la voce “energia, gas e combustibili” si evidenzia l’andamento dei costi per l’approvvigionamento energetico dei mercati tutelato e libero (per complessivi 1,186 miliardi di euro) entrambi diminuiti rispetto all’anno precedente (vedi tabella n. 41), aumentano invece del 5,8% gli oneri per l’acquisto del gas destinato alla rivendita, pari a 259,7 milioni di euro (rispetto ai 245,5 milioni del 2008).
La contrazione dei costi per l’approvvigionamento energetico dei mercati tutelato e libero è da valutare anche alla luce della particolare situazione economica del Paese e al conseguente calo della domanda di energia; sono altresì diminuiti, infatti, i volumi di energia venduta e il margine complessivo della vendita di energia elettrica, sebbene, in linea con il trend rilevato a partire dalla liberalizzazione del mercato elettrico, il 2009 abbia confermato una lieve diminuzione del numero di clienti del mercato tutelato e un netto aumento dei clienti del mercato libero (vedi capitolo Clienti e collettività).

Tabella n. 41 – COSTI ACEA DI APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO PER IL MERCATO ELETTRICO (2007-2009)

(in milioni di euro) 2007 2008 2009
mercato tutelato 325,9 324,5 281,7
mercato libero e di salvaguardia 844,1 981,2 905,2