L’approvvigionamento di beni, servizi e lavori

Perimetro di riferimento
Le informazioni esposte nel paragrafo riguardano le seguenti società del Gruppo: Acea SpA, Acea Distribuzione, Acea Reti e Servizi Energetici, Ecogena, Acea Ato 2, LaboratoRI, Acea Ato 5, Acea Ato 5 Servizi, Acea Gori Servizi, Acea Ricerca Perdite, Sarnese Vesuviano, Acea8cento, Marco Polo (ramo Acea), Acea Risorse e Impianti per l’Ambiente – ARIA (ex TAD Energia Ambiente), Eall, SAO, Terni En.A, Enercombustibili, Ergo Ena, Apice, Ecoenergie e parte degli approvvigionamenti facenti capo alle società nate dalla joint venture con Electrabel – AceaElectrabel, AceaElectrabel Produzione, AceaElectrabel Trading, AceaElectrabel Elettricità.
NB: in neretto le società i cui appalti sono stati gestiti per la prima volta nel 2009.

Di anno in anno si amplia il numero delle società del Gruppo per le quali l’Unità Approvvigionamenti di Acea SpA svolge, in service, attività centralizzata di gestione degli appalti per la fornitura di prodotti, la prestazione di servizi e l’esecuzione di lavori (vedi Perimetro di riferimento). Ciò nonostante anche quest’anno il controvalore economico complessivo dei contratti aggiudicati, pari a 510,5 milioni di euro75, è diminuito rispetto ai circa 568 milioni del 2008, segnando la tendenza dell’ultimo triennio.
In confronto con lo scorso anno aumenta l’importo destinato all’approvvigionamento di beni, in particolare per la richiesta di forniture facenti capo alla società Acea Reti e Servizi Energetici, mentre si contraggono sia le spese per l’affidamento di lavori sia la richiesta di servizi, sebbene questi ultimi pesino per circa il 50% sugli importi complessivi (vedi grafico n. 23)

La ripartizione percentuale del valore degli appalti per le macroaree energia (reti e mercato), idrico, ambiente ed energia (termovalorizzazione), corporate è illustrata nel grafico n. 24: rispetto allo scorso anno aumenta la quota imputabile all’area idrica, in relazione al maggior numero di società per le quali è stato svolto il servizio di approvvigionamento (vedi note al grafico), e la quota dell’area reti dell’energia, in particolare per le attività correlate al fotovoltaico.

Per l’approvvigionamento di lavori, beni e servizi che rientrano nei settori speciali dell’acqua e dell’energia, Acea attiva procedure conformi a quanto stabilito dalla Parte III del Codice Unico degli Appalti (D. Lgs. n. 163/ 2006) e per gli appalti di importo inferiore alla soglia comunitaria ha adottato Regolamenti interni.


75 L’importo si riferisce agli appalti aggiudicati nell’anno, non rilevando la distinzione tra esercizio e investimento, contratto annuale e pluriennale.
Sono esclusi gli acquisti di “Commodities” e di parte rilevante dei servizi e delle spese generali delle società della JV con Electrabel, curati direttamente dalle società/funzioni preposte.

Grafico n. 23 – VALORE APPALTI E INCIDENZA DELLE DIVERSE TIPOLOGIE SUL TOTALE (2007-2009)

Grafico n. 23 – VALORE APPALTI E INCIDENZA DELLE DIVERSE TIPOLOGIE SUL TOTALE (2007-2009)

Ingrandisci immagine

Grafico n. 24 – RIPARTIZIONE PER MACROAREE DELLA SPESA PER APPROVVIGIONAMENTI (BENI, SERVIZI, LAVORI) (2007-2009)

Grafico n. 24 – RIPARTIZIONE PER MACROAREE DELLA SPESA PER APPROVVIGIONAMENTI (BENI, SERVIZI, LAVORI) (2007-2009)

(*) Entro l’area energia, il comparto reti dell’energia comprende le società operative nella distribuzione, nell’illuminazione pubblica e nei servizi energetici a valore aggiunto: Acea Distribuzione SpA, Acea Reti e Servizi Energetici SpA, Ecogena, Luce Napoli (quest’ultima, in liquidazione da fine 2008, è presente in misura residuale solo per l’approvvigionamento di “servizi”) Nel mercato dell’energia sono incluse le società della joint-venture AceaElectrabel, attive nella produzione, nel trading e nella vendita di energia al mercato libero e vincolato i cui approvvigionamenti sono in parte limitata gestiti dall’Unità Approvvigionamenti di Acea SpA.
(**) L’area idrico include le società Acea Ato 2, Acea Ato 5, LaboratoRI, Acea Gori Servizi, Acea Ato 5 Servizi, Acea Ricerca e Perdite, Sarnese Vesuviano.
(***) L’area ambiente ed energia (termovalorizzazione) include le società A.R.I.A. (ex TAD Energia e Ambiente), EALL, Terni En.A, SAO, Enercombustibili, Ergo Ena, A.PI.C.E., Ecoenergie.
(****) L’area corporate comprende le società Acea SpA, Marco Polo e Acea8cento.
NB: sono evidenziate in neretto corsivo le società i cui appalti sono stati gestiti dall’Unità Approvvigionamenti a partire dal 2009.

Ingrandisci immagine

nel rispetto dei principi dettati dal Trattato CE a tutela della concorrenza (vedi oltre i sottoparagrafi Beni e servizi; Lavori). Per l’affidamento di appalti non rientranti nei settori speciali, Acea indice procedure ad evidenza pubblica in conformità alla normativa di settore applicabile.

Ogni anno vengono elaborati un Piano di Fabbisogno (per beni e servizi) e un Piano di Committenza (per i lavori), che agevolano la pianificazione degli appalti.
Nella sezione Fornitori del sito web aziendale (www.acea.it) vengono pubblicate le gare on line; nel sito è possibile reperire informazioni e contatti, la normativa appalti, la modulistica e i Sistemi di qualificazione.

Il portale telematico dedicato, in via di ulteriore potenziamento, consente di gestire in maniera integrata i Sistemi di qualificazione e le gare indette fra imprese iscritte ai sistemi stessi; il portale riproduce on line la prassi operativa delle gare tradizionali obbligando a procedere alla preliminare verifica della documentazione a corredo e, solo in seguito, per le imprese alle quali sarà stato riconosciuto il possesso dei requisiti, all’apertura delle offerte economiche con immediata visualizzazione della graduatoria.

Beni e servizi

Nel 2009 l’importo destinato all’acquisto di beni e servizi è stato di 397 milioni di euro (erano circa 396 milioni nel 2008), con un peso del 77,8% sul totale degli approvvigionamenti.
Sebbene il costo di beni e servizi, in termini assoluti, sia aumentato dello 0,2% rispetto allo scorso anno, l’incidenza sulla spesa complessiva per approvvigionamenti è aumentata di oltre 7 punti percentuali. Le società del Gruppo più attive in tali comparti sono state Acea Ato 2 (con oltre 92 milioni di euro) e Acea Reti e Servizi Energetici (oltre 77 milioni di euro).
All’area energia (reti e mercato) fa capo circa il 45% del valore dei beni e servizi appaltati, seguono l’area idrica con il 27%, la corporate (servizi di Gruppo) con il 22%, e l’area ambiente ed energia (termovalorizzazione), cui è imputabile il 6% della spesa.

Per le forniture di beni e servizi di importo inferiore alla soglia comunitaria (pari a 412.000 euro) Acea applica Il Regolamento interno76, adottato nel 2008, che prevede due procedure di gara:

  • procedura ordinaria: gare on line tra le imprese iscritte ai Sistemi di Qualificazione
  • procedura straordinaria: gare indette con singola richiesta di offerta.

Le gare sono pubblicate on line, così come la documentazione correlata, e le imprese possono accedervi direttamente senza alcun onere. Nel 2009 sono state indette complessivamente77345 gare mediante pubblicazione sul sito web aziendale e 15 gare mediante bando europeo.
Le prime 10 imprese fornitrici del Gruppo si aggiudicano il 26,6% dell’importo complessivamente speso per beni e servizi.

Box – Il portale unico acquisti per i contratti comuni

Nel corso del 2009 l’Unità Approvvigionamenti ha implementato una piattaforma dedicata alla gestione dei contratti comuni: viaggi e trasferte, cancelleria, stampanti, toner e altri accessori consumabili. Tramite il portale unico acquisti sono stati operativi 82 utenti ed emessi oltre 600 ordini per 19 società del Gruppo. La gestione comune ha generato una netta razionalizzazione dei costi con riduzioni di spesa e di consumi nell’ordine del 26% per viaggi e trasferte, del 24% per la cancelleria, del 4% per toner e inkjet, del 34% per stampanti e altri accessori consumabili. E’ stato altresì avviato un progetto volto ad integrare il portale con i sistemi contabili aziendali, in modo da rendere visibile la situazione aggiornata in tempo reale di ricezione dei materiali, consuntivazione dei costi e benestare all’emissione della fattura. Il fornitore avrà accesso a queste informazioni, con evidenti vantaggi nella relazione operativa.

Tabella n. 42 – TOP TEN DEI FORNITORI DI BENI E SERVIZI DEL GRUPP0 E INCIDENZA SUL TOTALE (2009)

fornitore % % cumulate
YINGLI GREEN ENERGY 4,5 4,5
KERSELF SpA 4,3 8,8
WUXI SUNTECH POWRE CO. LDT 3,4 12,2
ATI – LADURNER ACQUE Srl 2,6 14,8
ATI – SODEXHO PASS Srl 2,5 17,3
SALENTO ENERGY Srl 2,2 19,5
ACCENTURE SpA 2,0 21,5
ATI – AENERGICA Srl 1,9 23,4
MARSH SpA 1,7 25,1
BENI STABILI GESTIONI SpA 1,5 26,6

76 Il Regolamento interno per le forniture di beni e servizi nei settori speciali “sotto soglia” è stato adottato nel marzo del 2008 ai sensi del D. Lgs. n. 163/2006.
77 Escluse le gare esperite dalle società della JV AceaElectrabel.

Lavori

Il valore dei lavori dati in appalto nel 2009 è stato di circa 113 milioni di euro, in contrazione del 34% rispetto ai circa 172 milioni dello scorso anno, con un peso del 22,2% sul costo totale degli approvvigionamenti.

A partire dal 2006 le procedure di appalto lavori di importo inferiore alla soglia comunitaria (pari a 5,150 milioni di euro) si svolgono secondo le due modalità previste dal Regolamento Interno78: adottato in Acea:

  • procedura ordinaria: gare on line tra le imprese iscritte ai Sistemi di Qualificazione;
  • procedura straordinaria: viene attivata per tipologie di lavori non previste nei Sistemi di qualificazione.
    Le gare sono indette con singolo bando ed è previsto il sorteggio del meccanismo di valutazione delle offerte anomale79.

Le gare indette mediante procedura ordinaria vengono pubblicate on line nella sezione del sito web di Acea dedicata ai fornitori. I bandi di gara, inoltre, vengono pubblicati in Gazzetta Ufficiale e nei quotidiani.

Le procedure di affidamento lavori80 espletate nel 2009 sono state 59, per un totale di 116 lotti.
Il 91,5% degli affidamenti lavori si sono svolti tramite gara
: delle 54 gare 9 hanno seguito una procedura informale, 41 sono state gare on line e 4 quelle con bando (1 europea e 3 con procedura straordinaria).

La distribuzione geografica delle imprese assegnatarie dei lotti di lavoro e dei relativi importi, per l’ultimo triennio, è indicata nel grafico n. 25. Si può notare che, rispetto ad una ripartizione più diversificata nel biennio precedente, nel 2009 le imprese del centro Italia – l’area sulla quale insiste maggiormente l’operatività di Acea – hanno assorbito oltre il 92% dell’importo complessivo aggiudicato; al sud è andato poco più del 7% e lo 0,3% ad imprese situate nel nord del Paese.
Inoltre, entro l’area centro Italia (dall’Emilia Romagna all’Abruzzo), si evidenziano gli importi destinati all’affidamento lavori ad imprese di Roma e provincia, pari a circa 97 milioni di euro (a fronte dei 63 milioni del 2008 e dei 137 milioni del 2007), quasi l’86% del totale importi lavori affidati nel 2009, confermando la rilevante ricaduta sull’indotto locale.

Grafico n. 25 – DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA DEGLI IMPORTI LAVORI AFFIDATI IN APPALTO (2007-2009)

Grafico n. 25 – DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA DEGLI IMPORTI LAVORI AFFIDATI IN APPALTO (2007-2009)

(*) Gli importi non includono i lavori affidati in appalto dalle società della JV con Electrabel.

Ingrandisci immagine

78 Il Regolamento interno per i lavori dei settori speciali “sotto soglia”, ai sensi dell’art. 238, comma 7, del D. Lgs. n. 163/2006, è stato adottato in Acea nell’agosto 2006.
79 La “gara a sorteggio” prevede l’indicazione del criterio di aggiudicazione ma non del criterio di individuazione delle offerte anomale, che viene appunto estratto a sorte, dopo il deposito delle offerte in buste sigillate in presenza del notaio, tra quattro possibilità, indicate nel disciplinare di gara.
Tale metodo consente di evitare il fenomeno delle “cordate” tra imprenditori, in grado di condizionare le medie e “pilotare” i risultati delle gare, a tutela del principio di concorrenza.
80 Il numero non include le gare facenti capo alle società della jointventure (AceaElectrabel); tra queste nel 2009 l’unica ad aver affidato lavori è stata AceaElectrabel Produzione, per un importo pari allo 0,1% circa del valore complessivo degli appalti lavori. Tale affidamento si è svolto tramite gara.