L’evoluzione della finanza etica

Sebbene il 2009 sia stato un anno estremamente complesso per il mercato finanziario, in Europa il numero di fondi di investimento socialmente responsabili (SRI), destinati al mercato diffuso, è aumentato del 27% rispetto al 2008, con 146 fondi in più, segnando la più elevata crescita in termini percentuali registrata negli ultimi nove anni. E’ quanto risulta dal Green, social and ethical funds in Europe98, a cura di Vigeo Italia, che indica anche l’incremento del valore del patrimonio gestito, giunto a superare i 53 miliardi di euro nel 2009 (+9% rispetto allo scorso anno), a testimonianza della crescente fiducia degli investitori nella solidità dell’investimento responsabile (vedi grafici nn. 33-35).
Se si guarda più in dettaglio, la situazione mostra differenziazioni nei diversi paesi: di fatto, il mercato è dominato da Francia, Belgio, Gran Bretagna e Svizzera che da soli rappresentano all’incirca il 67% dei fondi SRI e oltre il 70% del valore complessivo degli asset gestiti. Nel 2009, il numero di fondi SRI è aumentato nella maggior parte dei paesi esaminati, con l’eccezione di Italia e Spagna rimaste ferme rispetto allo

98 Il report, pubblicato annualmente e giunto alla nona edizione, rappresenta un punto di riferimento circa l’analisi dei trend dei fondi retail socialmente responsabili (SRI) in Europa. Il perimetro dell’analisi include: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Norvegia, Olanda, Regno Unito, Spagna, Svezia e Svizzera e vengono presi in considerazione i fondi retail verdi, sociali ed etici attivi al 30 giugno 2009.

 

scorso anno e l’evidenziazione di una particolare vivacità di Francia, Belgio e Germania; mentre il valore degli asset gestiti, in una generale situazione di contrazione o stasi, si è incrementato, sia pure notevolmente, soltanto in Francia, Germania, Austria e Belgio.
Secondo gli analisti di Vigeo, l’andamento dei fondi SRI e del valore degli asset in Europa, in una fase così difficile per il mercato finanziario, è particolarmente rimarchevole ed indica che il settore, sia pure ancora di nicchia, è vitale e in grado di esercitare attrattiva.

Grafico n. 33 – NUMERO DI FONDI SRI IN EUROPA CUMULATI (2005-2009)

 

Grafico 33 - Numero di fondi SRI in Europa cumulati (2005-2009)

Fonte: Vigeo Italia, Green, social and ethical funds in Europe, 2009 Review.

Grafico n. 34 – TOTALE ASSET UNDER MANAGEMENT PER I FONDI SRI IN EUROPA (2005-2009)

 

Grafico 34 - Totale asset under management per i fondi sri in Europa (2005-2009)

Fonte: Vigeo Italia, Green, social and ethical funds in Europe, 2009 Review.

Grafico n. 35 – TOTALE ASSET UNDER MANAGEMENT PER I FONDI SRI IN ITALIA (2005-2009)

 

Grafico 35 - Totale asset under management per i fondi Sri in Italia (2005-2009)

Fonte: elaborazioni Acea su dati Vigeo Italia, Green, social and ethical funds in Europe, 2005-2009.

Gli analisti etici valutano Acea

Di seguito sono elencati gli analisti di finanza etica che valutano la condotta di Acea in base a parametri di sostenibilità economica, sociale e ambientale ed è presentata una sintesi dei giudizi da loro espressi, tramite scale di valutazione o in maniera descrittiva, nel corso del 2009.

Axia ha confermato il rating di Acea in classe A+++ (scala A/A+++) all’interno dei propri indici etici: Axia Ethical Italia e Axia CSR Italia. Tali indici comprendono le principali società, per livello di capitalizzazione, trattate sulla Borsa di Milano che hanno superato, a seconda delle liste in cui sono incluse, criteri di esclusione e criteri positivi di promozione della sostenibilità.

ECPI include il titolo Acea nell’ECPI Ethical Index EMU con un rating di EE (scala E– /EEE). Tale indice è composto da 150 società ad elevata capitalizzazione dell’area EMU (Economic and Monetary Union) che hanno superato gli screening di sostenibilità positivi (valutazioni di merito su 100 criteri) e negativi (esclusione delle società attive in settori controversi).

Kempen/SNS, che esamina Acea dal 2005, riscontra costanti miglioramenti nelle perfomance e nell’impegno alla rendicontazione da parte della società, attribuendole il “pass status” nell’universo investibile Kempen SNS Socially Responsible Investing Universe. In particolare, sono valutati positivamente l’adozione del Codice Etico del Gruppo e l’istituzione del Comitato etico, la Politica ambientale, la diffusa applicazione del Sistema di gestione ambientale ISO14000 e una rendicontazione ambientale ricca e dettagliata.

Eiris, società leader in Europa nella ricerca nel campo della responsabilità sociale d’impresa, ha confermato anche per l’anno in esame giudizi estremamente postivi su Acea. Sono stati specialmente apprezzati tutti gli aspetti di gestione ambientale (l’impegno, la politica, i risultati e la reportistica), gli strumenti di governance societaria, tra cui il Codice Etico del Gruppo e la politica anticorruzione, le politiche e i sistemi attinenti le tematiche d’interesse generale per gli stakeholder (ad esempio la salute e la sicurezza, le pari opportunità ecc). Quale aspetto da migliorare viene segnalato l’approccio globale ai diritti umani ma di contro l’analista osserva che Acea ha solo un coinvolgimento marginale in paesi “a rischio”.