Indicatori economici generali

Dopo la crisi economica che si è manifestata lo scorso anno, a livello internazionale e nazionale, nel 2009 la situazione di contesto ha palesato ancora difficoltà, con inevitabili riflessi per le imprese. L’azienda ha affrontato nell’anno circostanze complesse di origine interna ed esterna. Nel primo caso, a seguito del ricambio del top management, Acea ha intrapreso un’articolata riorganizzazione aziendale e ha dovuto presidiare la delicata trattativa con il socio Gas de France Suez. Di matrice esterna, invece, sono state le limitazioni scaturite dal peculiare scenario macroeconomico, che ha fatto registrare in Italia un PIL in calo del 4,9% rispetto all’anno precedente, con l’impoverimento di tutti i settori dell’economia e la contrazione della domanda di energia.
Sullo sfondo del contesto delineato, la gestione caratteristica del Gruppo, che nel 2008 era stata influenza favorevolmente anche da alcune partite straordinarie, ha risentito dell’andamento negativo delle attività relative al mercato energetico (produzione e vendita), sebbene controbilanciate dai risultati ottenuti dalle altre aree industriali. L’esito finale è stato un margine operativo lordo in riduzione di circa 10 punti percentuali confrontato con il 2008. Partendo da questo risultato di bilancio e aggiungendovi le tassazioni straordinarie e i maggiori accantonamenti registrati, quest’ultimi derivanti anche dall’aumento degli investimenti realizzati, si è avuto un risultato netto di Gruppo negativo per 52,5 milioni di euro.

Nel 2009 i ricavi consolidati si attestano a 2.954,3 milioni di euro, in contrazione del 6% rispetto ai 3.144 milioni del 2008. La variazione negativa è determinata principalmente dalle attività di generazione e vendita di energia, svolte da AceaElectrabel, che hanno scontato la riduzione della quantità di elettricità prodotta, a causa degli episodi di indisponibilità degli impianti, e la marcata flessione della domanda di energia registrata nell’anno sul mercato.
Il margine operativo lordo (EBITDA) è di 563,9 milioni di euro, in diminuzione di 59,6 milioni di euro rispetto ai 623,5 milioni dell’anno precedente (-9,6%). Al netto di alcune componenti positive non ricorrenti, la riduzione del MOL è di 33,5 milioni di euro.
Tale peggioramento, a conferma di quanto evidenziato per i ricavi, è sostanzialmente imputabile all’andamento dei settori della produzione e della vendita di energia, il cui MOL si è ridotto di 24,7 milioni di euro (dai 99,6 milioni del 2008 a 74,9 milioni di euro).
Conseguentemente, diminuisce l’incidenza della relativa area industriale (mercato energia) sulla determinazione dell’EBITDA complessivo di Gruppo, a fronte del positivo andamento degli altri comparti operativi.
A spiegazione dell’ulteriore contrazione del margine operativo è da ricordare l’esborso straordinario sostenuto per l’incentivazione all’esodo del top-management sostenuto nel 2009 e pari a 6,7 milioni di euro.

Tabella n. 6 – I PRINCIPALI DATI ECONOMICI E PATRIMONIALI DEL GRUPPO ACEA (2008-2009)

(in migliaia di euro)  20082009
ricavi netti  3.143.9782.954.296
  • costo del lavoro  
249.450286.416
  • costi esterni  
2.268.4572.106.173
costi operativi  2.517.9072.392.589
margine operativo lordo (EBITDA)  623.454563.944
risultato operativo (EBIT)  385.039185.856
gestione finanziaria  (89.345)(85.806)
  • (oneri)/proventi finanziari tipici  
(93.955)(85.806)
  • (oneri)/proventi finanziari atipici  
4.610 -
gestione partecipazioni  (88)819
risultato ante imposte  295.606100.869
imposte sul reddito  104.356147.802
risultato netto attività in funzionamento  191.250(46.932)
risultato netto attività discontinue  598-
risultato netto  191.848(46.932)
utile/perdita di competenza di terzi  5.5645.560
risultato netto del Gruppo  186.285(52.492)
patrimonio netto   1.444.463  1.286.903
capitale investito   3.077.753  3.463.903

Il risultato operativo (EBIT) è di 185,9 milioni di euro rispetto ai 385 milioni di euro del 2008. Tale dato risente, oltre che dell’EBITDA:

  • dell’incremento degli ammortamenti (+21,6 milioni di euro)
  • delle maggiori svalutazioni operate sui crediti (+15,9 milioni di euro)
  • dell’aumento degli accantonamenti resi necessari dal corretto apprezzamento di alcuni rischi, tra cui rilevano principalmente quelli di natura fiscale e regolatoria risalenti agli esercizi precedenti (+102,1 milioni di euro).

Infine, dedotta la gestione finanziaria e le imposte sul reddito, sulle quali da ultimo hanno pesato 78,9 milioni di euro a titolo di recupero degli aiuti di Stato, ex art. 24 del decreto legge 185/2008 (cosiddetta “moratoria fiscale”), il risultato netto consolidato, dopo le attribuzioni a terzi, è negativo per 52,5 milioni di euro rispetto ai 186,3 milioni di euro al 31/12/2008.
La posizione finanziaria netta è negativa per 2.177 milioni di euro (1.633 milioni di euro nel 2008). Tra gli elementi che hanno inciso su tale variazione si segnala: la modifica del perimetro di consolidamento (Intesa Aretina e Nuove Acque), l’esborso complessivo per la “moratoria fiscale”, il crescente fabbisogno per gli investimenti, il pagamento dei dividendi di competenza del 2008.

Al 31 dicembre 2009 l’incidenza dell’indebitamento finanziario netto sul capitale investito (gearing) è del 62,8% (53,1% a fine 2008).

L’andamento del risultato operativo e del risultato netto per il 2009 influiscono negativamente sugli indici di redditività.

Tabella n. 7 – CONTRIBUTO DELLE AREE DI BUSINESS ALL’EBITDA COMPLESSIVO (2008-2009)

 aree di business   % su EBITDA 2008   % su EBITDA 2009  
 gestioni idriche   40%  42% 
 reti dell’energia   39%  41% 
 mercato dell’energia   16%  12% 
 ambiente ed energia   5%  5% 

Tabella n. 8 – DATI PATRIMONIALI E POSIZIONE FINANZIARIA NETTA DEL GRUPPO ACEA (2008-2009)

 (in migliaia di euro)   31.12.2008 31.12.2009
attività (passività) finanziarie non correnti   30.295 20.244
debiti e altre passività finanziarie non correnti   (1.708.037) 1.839.586
posizione finanziaria netta a medio/lungo termine   (1.677.743) (1.819.342)
disponibilità liquide e titoli   212.176 102.343
debiti verso banche a breve   (199.675) (651.202)
attività (passività) finanziarie correnti   31.952 191.201
posizione finanziaria netta a breve termine   44.453 (357.658)
totale posizione finanziaria netta   (1.633.290) (2.177.000)
patrimonio netto   1.444.463 1.286.903
capitale investito   3.077.753 3.463.903
gearing (posizione finanziaria netta/capitale investito)   53,1% 62,8%

Tabella n. 9 – I PRINCIPALI INDICATORI DELLA REDDITIVITÀ (2007-2009)

 200720082009
redditività del capitale proprio     
ROE = Risultato d’esercizio dopo le imposte/patrimonio netto   11,9%  13,3%  n.c. 
redditività del capitale investito     
 ROIC pre-tax = Risultato operativo (EBIT)/capitale investito   10,6%  12,5%  5,4%